Posts Tagged ‘Design for All’

PiezoMusiColor – musica da toccare

novembre 23, 2010

Finalmente una musica per tutte le orecchie, e non solo! Questa sera si potrà sperimentare una nuova forma di musica, tutta analogica, fatta di suoni, colori e vibrazioni: una musica da esperire con più sensi contemporaneamente, per una percezione totale della musica, per tutti.

Durante l’evento di questa sera, i presenti (sia ipoudenti che non) potranno percepire la performance artistica multicanale, attraverso poltrone strumentate che renderanno l’autoritratto analogico dei suoni, e nel contempo, appoggiando le mani e la schiena su attuatori vibro tattili, potranno vedere, toccare e, col residuo di udito, ascoltare la musica e la voce.

Piezomusicolor rappresenta l’abbattimento della barriera sonora e, al contempo, una nuova possibilità di suscitare, ampliare e diffondere emozioni attraverso in coinvolgimento sinestesico.

Per altre info e per scaricare la locandina dell’evento visitate il sito.
Martedì, 23 Novembre 2010
ore 20:30

presso:
Auditorium “Giorgio Gaber”
Palazzo della Regione Lombardia
Piazza Duca D’Aosta, 3 – Milano
Ingresso Libero

Copenhagen – capitale mondiale della bicicletta

maggio 25, 2010

A Copenhagen sono riusciti laddove altre città falliscono miseramente.
Dov’è la differenza? Certo, il grado di civiltà e di rispetto civico al Nord è sicuramente più diffuso, ma non si tratta solo di questo.

Dal video emerge chiaramente il “piano” strategico che c’è dietro l’operazione.
Problema inquinamento? Andiamo a targhe alterne. Oppure prenidamo i mezzi pubblici. O ancora, andiamo tutti in bici.
Tante belle iniziative, ma non si tratta solo di aumentare il kilometraggio di piste ciclabili (che ad esempio a Milano si estendono tutte verso il suburbio piuttosto che verso il centro, in cui se ne avrebbe reale necessità) ma di far sì che la circolazione delle stesse sia sicura e veloce e che sia possibile respirare aria “pulita”.
Per incentivare l’uso delle bici non basta “fare gli sconti” sull’acquisto del mezzo, ma provvedere anche al suo parcheggio sicuro.

Speriamo che questo tipo di cultura attecchisca presto anche sui nostri decisori.

Tutti a tavola!

aprile 27, 2010

Durante le intense giornate del Fuorisalone milanese mi è capitato di ritrovarmi a Villa Reale,  all’inaugurazione di questa mostra.

Tutti a tavola racconta il legame tra l’arte e il rito del convivium. Lo spettatore non è un osservatore passivo degli elementi in mostra, bensì viene stimolato attraverso i sensi ad “immergersi” totalmente in ciò che sta vivendo, dai pasti luculliani dei Romani ai banchetti rinascimentale, fino al novecentesco rapporto del cibo con il design.

Un simbolico viaggio nelle arti per celebrare lo spirito italiano dello stare a tavola e i riti della cucina: il pranzo della festa, il banchetto delle grandi occasioni, il pasto solidale, la cena tra amici, il caffè, il mondo delle sagre popolari e persino la ultra-contemporanea colazione di lavoro.

Fino al 9 maggio a Villa Reale, Milano.

Street vendor guide – NYC

marzo 9, 2010

New York City conta più di 10.000 venditori ambulanti e la maggior parte di loro sono stranieri, con molte difficoltà nel comunicare in inglese.
Molti di loro non conoscono i propri diritti e doveri, perciò rischiano di subire delle multe piuttosto salate, per aver, ad esempio, posizionato il loro banchetto un tot di cm più in là del dovuto.

Per andare incontro a questi problemi la designer Candy Chang, in collaborazione con Sean Basinski del The Street Vendor Project e Rosten Woo insieme a John Mangin del Center for Urban Pedagogy ha progettato e sviluppato una guida per i venditori ambulanti, in cui ha illustrato diritti e doveri in maniera il più semplice e diretta possibile, con poco testo (in inglese, bengalese, cinese, arabo e spagnolo) e tante vignette illustrative.

Per saperne di più vi rimando al sito.

quando la comunicazione arriva proprio a tutti!

marzo 2, 2010

Per sottolineare il fatto che si possono aiutare le persone cieche a “vedere” ciò che sta succedendo intorno, la DDB Hong Kong ha creato un poster-installazione applicato alla fermata dell’autobus per raccontare le storie più rilevanti dell’ultimo decennio.
Il tutto in versione Braille.

Via | Ibelieveinadv