Posts Tagged ‘arte’

PiezoMusiColor – musica da toccare

novembre 23, 2010

Finalmente una musica per tutte le orecchie, e non solo! Questa sera si potrà sperimentare una nuova forma di musica, tutta analogica, fatta di suoni, colori e vibrazioni: una musica da esperire con più sensi contemporaneamente, per una percezione totale della musica, per tutti.

Durante l’evento di questa sera, i presenti (sia ipoudenti che non) potranno percepire la performance artistica multicanale, attraverso poltrone strumentate che renderanno l’autoritratto analogico dei suoni, e nel contempo, appoggiando le mani e la schiena su attuatori vibro tattili, potranno vedere, toccare e, col residuo di udito, ascoltare la musica e la voce.

Piezomusicolor rappresenta l’abbattimento della barriera sonora e, al contempo, una nuova possibilità di suscitare, ampliare e diffondere emozioni attraverso in coinvolgimento sinestesico.

Per altre info e per scaricare la locandina dell’evento visitate il sito.
Martedì, 23 Novembre 2010
ore 20:30

presso:
Auditorium “Giorgio Gaber”
Palazzo della Regione Lombardia
Piazza Duca D’Aosta, 3 – Milano
Ingresso Libero

Annunci

Milano Design Weekend

ottobre 14, 2010

Se la Milano Design Week vi ha stufato, perché pensate sia diventata una brillante vetrina di fuffa ma siete disposti a dare un’altra possibilità alla città, allora tirate fuori le scarpe comode e preparatevi ad affrontare ciottoli e chiromanti dell’intrigante Brera.

La vostra occasione si presenta questo finesettimana, dal 14 al 17, con il Milano Design Weekend: quattro giorni che puntano a ridare al design il ruolo perso tra un bicchiere di prosecco e le lunghe code al Camparitivo.

Quattro giorni in cui tutti i negozi di Brera legati ad arte, design, accessori e lifestyle saranno aperti dalle 10 alle 19 (ad eccezione della Notte Bianca del Design in cui chiuderanno alle 24) pronti ad accogliere intenditori e curiosi.

Il tema di quest’anno è “L’arte di Vivere, una nuova intimità”, quindi protagonista sarà la casa in cui l’idea di focolare domestico sarà estesa al nuovo-vecchio concetto di opera d’arte totale.

Ma a differenziare il Weekend dalla madre Week saranno soprattutto le iniziative culturali collaterali; si potrà scegliere il percorso artistico in alcune delle prestigiose gallerie d’arte milanesi, oppure trasformarsi in improbabili Sherlock Holmes per scoprire inediti luoghi della città, o ancora semplicemente approfittare degli sconti sulle collezioni che Skirà ed Electa effettueranno nei loro BookStore.

Insomma, ce n’è per tutti i gusti. E se proprio il design non fa per voi non vi resta che perdervi in Via dei Fiori Oscuri, tra un pizzico di arte e qualche sorso di magia.

Metti una croce sopra l’Helvetica

ottobre 12, 2010

Era ora che qualcuno pensasse a dare una dignità grafica anche a centrini, presine e puntaspilli.

Se anche a voi alle elementari hanno insegnato ad armeggiare con cerchietto e tela aida ma evolvendovi allo stadio maturo li avete rimpiazzati con wacom e penna… bhe, non tutto è perduto!

Il ricamo torna finalmente in auge (ma forse sarà meglio chiamarlo modern designer craft movement, n.d.r.). L’idea è venuta ad una dei portabandiera del movimento, l’australiana Tamara Maynes, che sulla sua boutique online vende un kit per realizzare ricami al punto croce scrivendo in Helvetica, con gli schemi per realizzare tutte le lettere dalla A alla Z.

E perché non utilizzare questa tecnica per scrivere sui propri abiti?

Per saperne di più ed acquistare il kit fate un giro su The Six Week Boutique.

 

Via | designerblog

Santa Alchimia – Triennale di Milano

maggio 17, 2010

Pregevole omaggio ad uno dei fenomeni più originali del design italiano, raccontato dagli stessi protagonisti in un breve film (poco meno di un’ora) in cui si racconta di una temperatura poetica e di un’intuizione epocale che hanno segnato in modo straordinario il mondo del design e dell’arte.

Sto parlando di “Santa Alchimia”, il film girato in HD da Marco Poma e che verrà proiettato giovedì 20 Maggio alle 19, al teatro Agorà della Triennale di Milano.

Tra i protagonisti: Alessandro Guerriero, Alessandro Mendini, Andrea Branzi, Michele De Lucchi, Elio Fiorucci, Anna Gili, Franco Raggi, Setsu Ito.

The Thing _ art-à-porter

maggio 11, 2010

“La Cosa”, è così chiamato il progetto artistico nato a San Francisco dalle menti di Jonn Herschend e Will Rogan, che ha lo scopo di far entrare l’arte nelle case di tutti sotto forma di oggetto d’uso quotidiano. O meglio potremmo dire, farla pervenire ogni tre mesi, rigorosamente impacchettata a mano, nella cassetta delle lettere degli abbonati, allo scopo di dare visibilità a progetti originali ed artisti emergenti.

Il primo “numero” è stato realizzato da Miranda July, artista multimediale, nonchè attrice, regista e sceneggiatrice del pluripremiato “Me you and everyone we know”.
La sua “cosa” è una tenda arrotolabile stampata su entrambi i lati con frasi differenti. Su un lato si legge: “If this shade is down I’m not who you think I am” e sull’altro “If this shade is down I’m begging for your forgiveness on bended knee with tears streaming down my face“.

L’abbonamento annuale a 4 numeri costa 120 dollari. Non male vero?

Per approfondimenti: www.thethingquarterly.com

Tutti a tavola!

aprile 27, 2010

Durante le intense giornate del Fuorisalone milanese mi è capitato di ritrovarmi a Villa Reale,  all’inaugurazione di questa mostra.

Tutti a tavola racconta il legame tra l’arte e il rito del convivium. Lo spettatore non è un osservatore passivo degli elementi in mostra, bensì viene stimolato attraverso i sensi ad “immergersi” totalmente in ciò che sta vivendo, dai pasti luculliani dei Romani ai banchetti rinascimentale, fino al novecentesco rapporto del cibo con il design.

Un simbolico viaggio nelle arti per celebrare lo spirito italiano dello stare a tavola e i riti della cucina: il pranzo della festa, il banchetto delle grandi occasioni, il pasto solidale, la cena tra amici, il caffè, il mondo delle sagre popolari e persino la ultra-contemporanea colazione di lavoro.

Fino al 9 maggio a Villa Reale, Milano.

Sunbeam Poem Projector

marzo 29, 2010

Un insolito sistema di fori è alla base del poetico esperimento di Jiyeon Song.
Il sole, muovendosi nel cielo nell’arco della giornata, colpisce la scultura in diversi punti, proiettando liriche differenti col passare del tempo.

L’opera risulta essere un perfetto connubio di  arte e scienza. Il designer ha saputo trasmettere il senso dell’attesa, trasformando un’opera dal carattere quasi ingegneristico in un happening.

Via | freshome

Walking man in NYC

marzo 25, 2010


In ogni viaggio che compio mi capita sempre di prestare particolare attenzione ai semafori cittadini e fotografarli ogni qualvolta presentino differenze rispetto a quelli nazionali.
A quanto pare non sono l’unica!

Di fronte al famosissimo Four Seasons di New York, l’israeliana Maya Barkai ha realizzato la più grande raccolta di walking man mondiale.
Curioso notare come le differenze culturali emergano da semplici e a volte inosservati dettagli.
Ad esempio a Tokio l’omino indossa un cappello, a Fredericia una divisa militare, mentre a Dresda l’omino è inaspettatamente una donnina!

Da notare anche le differenti campiture e colorazioni, magistralmente accostati a creare un pattern emotivo.
Bellissimo ed originale intervento di arte urbana, che sarà possibile ammirare fino a gennaio 2011.

Via | walkingman

Human subway map

marzo 16, 2010

Da piccoli c’era “Scopriamo il corpo umano” ad illustrarci le vie ed il funzionamento del nostro “meccanismo interno”.
Sam Loman ha trovato una chiave ironica e piuttosto attuale per rappresentare flussi e percorsi under skin, dove arterie, vie respiratorie, canale digestivo e urinario seguono i propri percorsi con fermate obbligate su reni e fegato.
Il crocevia principale, inutile dirlo, è il cuore!

Via | Good

la casa-lavagna…un sogno che s’avvera!

marzo 2, 2010

Immaginate una casa le cui pareti sono un’immensa superficie nera tutta scrivere!
Certo, non sarebbe il massimo dell’igiene, e probabilmente gli architetti “minimal” storcerebbero il naso… ma pensate alla creatività di cui saremmo circondati.

Avremmo finalmente una casa a nostra immagine e somiglianza, da scrivere e reinventare ogni giorno!

Un sogno!

Via | freshome