Santa Alchimia – Triennale di Milano

maggio 17, 2010

Pregevole omaggio ad uno dei fenomeni più originali del design italiano, raccontato dagli stessi protagonisti in un breve film (poco meno di un’ora) in cui si racconta di una temperatura poetica e di un’intuizione epocale che hanno segnato in modo straordinario il mondo del design e dell’arte.

Sto parlando di “Santa Alchimia”, il film girato in HD da Marco Poma e che verrà proiettato giovedì 20 Maggio alle 19, al teatro Agorà della Triennale di Milano.

Tra i protagonisti: Alessandro Guerriero, Alessandro Mendini, Andrea Branzi, Michele De Lucchi, Elio Fiorucci, Anna Gili, Franco Raggi, Setsu Ito.

Annunci

AfterFilm

maggio 14, 2010

Metti una sera (possibilmente non piovosa!), una location segreta (magari un bel terrazzo milanese) e un proiettore. Aggiungici gente simpatica, popcorn e tante sdraio e il gioco è fatto!
Anzi, si continua a rifarlo ogni 2 mercoledì sera grazie all’organizzazione di AfterSix, associazione tutta milanese nata dalla mente di Monica Papagna che, insieme all’affiatato staff, divulga e promuove eventi culturali a cui è possibile prender parte dopo le 6.

Il primo film, Inglorious Basterds, è stato proiettato in lingua originale (con sottotitoli ita) nello spazio laltalena. Where’s next?

switch your routine!

maggio 13, 2010

non ho tempo per andare in palestra“, “correre mi annoia“, “c’è troppo smog per andare in bici“… spesso sono queste le frasi più ricorrenti nella nostra vita sedentaria, costellata di schermi e virtualità.
Ma a rompere la routine mediatica ci hanno pensato i brasiliani dell’agenzia DDB, i quali hanno ideato per la Companhia Athletica una serie di poster utilizzando i componenti dismessi di computer ed altri apparecchi elettronici. Il tutto è realizzato a mano, con una minuzia propriamente artigianale.

Sul sito è possibile visionare i processi di realizzazione e scaricare i poster. Un giro virtuale val la pena farlo!

Via | switchyourroutine.com

The Thing _ art-à-porter

maggio 11, 2010

“La Cosa”, è così chiamato il progetto artistico nato a San Francisco dalle menti di Jonn Herschend e Will Rogan, che ha lo scopo di far entrare l’arte nelle case di tutti sotto forma di oggetto d’uso quotidiano. O meglio potremmo dire, farla pervenire ogni tre mesi, rigorosamente impacchettata a mano, nella cassetta delle lettere degli abbonati, allo scopo di dare visibilità a progetti originali ed artisti emergenti.

Il primo “numero” è stato realizzato da Miranda July, artista multimediale, nonchè attrice, regista e sceneggiatrice del pluripremiato “Me you and everyone we know”.
La sua “cosa” è una tenda arrotolabile stampata su entrambi i lati con frasi differenti. Su un lato si legge: “If this shade is down I’m not who you think I am” e sull’altro “If this shade is down I’m begging for your forgiveness on bended knee with tears streaming down my face“.

L’abbonamento annuale a 4 numeri costa 120 dollari. Non male vero?

Per approfondimenti: www.thethingquarterly.com

Tutti a tavola!

aprile 27, 2010

Durante le intense giornate del Fuorisalone milanese mi è capitato di ritrovarmi a Villa Reale,  all’inaugurazione di questa mostra.

Tutti a tavola racconta il legame tra l’arte e il rito del convivium. Lo spettatore non è un osservatore passivo degli elementi in mostra, bensì viene stimolato attraverso i sensi ad “immergersi” totalmente in ciò che sta vivendo, dai pasti luculliani dei Romani ai banchetti rinascimentale, fino al novecentesco rapporto del cibo con il design.

Un simbolico viaggio nelle arti per celebrare lo spirito italiano dello stare a tavola e i riti della cucina: il pranzo della festa, il banchetto delle grandi occasioni, il pasto solidale, la cena tra amici, il caffè, il mondo delle sagre popolari e persino la ultra-contemporanea colazione di lavoro.

Fino al 9 maggio a Villa Reale, Milano.

Sunbeam Poem Projector

marzo 29, 2010

Un insolito sistema di fori è alla base del poetico esperimento di Jiyeon Song.
Il sole, muovendosi nel cielo nell’arco della giornata, colpisce la scultura in diversi punti, proiettando liriche differenti col passare del tempo.

L’opera risulta essere un perfetto connubio di  arte e scienza. Il designer ha saputo trasmettere il senso dell’attesa, trasformando un’opera dal carattere quasi ingegneristico in un happening.

Via | freshome

Walking man in NYC

marzo 25, 2010


In ogni viaggio che compio mi capita sempre di prestare particolare attenzione ai semafori cittadini e fotografarli ogni qualvolta presentino differenze rispetto a quelli nazionali.
A quanto pare non sono l’unica!

Di fronte al famosissimo Four Seasons di New York, l’israeliana Maya Barkai ha realizzato la più grande raccolta di walking man mondiale.
Curioso notare come le differenze culturali emergano da semplici e a volte inosservati dettagli.
Ad esempio a Tokio l’omino indossa un cappello, a Fredericia una divisa militare, mentre a Dresda l’omino è inaspettatamente una donnina!

Da notare anche le differenti campiture e colorazioni, magistralmente accostati a creare un pattern emotivo.
Bellissimo ed originale intervento di arte urbana, che sarà possibile ammirare fino a gennaio 2011.

Via | walkingman

In-boschiamo la bici in città!

marzo 24, 2010

Interessante progetto degli Underscore Studio, che riporta un pò di verde e allegria alle nostre grigie città!
I buchi rossi hanno una evidente valenza semantica. Staccandosi formalmente e concettualmente dal complesso naturalistico dell’aiuola, rappresentano una sorta di passaggio obbligato in cui far passare la catena.

Per ogni bicicletta la sagoma del cespuglio è diversa così da creare un profilo naturalistico.

Via | youngdesigner

Human subway map

marzo 16, 2010

Da piccoli c’era “Scopriamo il corpo umano” ad illustrarci le vie ed il funzionamento del nostro “meccanismo interno”.
Sam Loman ha trovato una chiave ironica e piuttosto attuale per rappresentare flussi e percorsi under skin, dove arterie, vie respiratorie, canale digestivo e urinario seguono i propri percorsi con fermate obbligate su reni e fegato.
Il crocevia principale, inutile dirlo, è il cuore!

Via | Good

BiciclettaMi – Public Design Festival – 20 marzo

marzo 12, 2010

Appuntamento nel Piazzale della Stazione di Porta Genova sabato 20 marzo dalle ore 12: una passeggiata in bicicletta attraverso il Parco delle Risaie, un workshop per decostruire la vostra bicicletta e trasformarla in una a scatto fisso, una partita a bike polo e una ciclofficina mobile disponibile tutto il giorno per riparazioni e consigli.

Una passeggiata alla riscoperta del punto in cui mondo agricolo e mondo cittadino si fondono, in uno scenario fermo nel tempo, tra risaie verdeggianti tuttora coltivate e sterrate dove passeggiare.

Tutti in sella!

Per consultare il programma visitate il sito di Public Design Festival.