Archive for the ‘design’ Category

Google lancia il primo High Shopping Online!

novembre 18, 2010

Oggi Google ha lanciato il primo sito di Shopping Online basato su un algoritmo che comprende i gusti degli utenti, in base al loro profilo.

La possibilità di personalizzazione è basata, non solo sulle preferenze dei capi proposti, ma anche sulla possibilità di rimandare a link di personaggi famosi o blogger.

Inoltre, se ti piace proprio quella T-shirt ma non il colore o la stampa, il software va alla ricerca, nella rete, di un’alternativa valida per te.
Insomma, è come avere un Personal Shopper Virtuale!

Purroppo per il momento è disponibile solo in US, ma si diffonderà presto, cambiando radicalmente le nostre abitudini… ed abbatterà finalmente le file in centro il sabato pomeriggio!!

Chicco, il design cresce con te

novembre 18, 2010

Questo slideshow richiede JavaScript.

I-Sit è il nuovo seggiolino lanciato da Chicco, che si modifica in base alla crescita del bambino, dai 6 mesi ai 3 anni.

Certo, penserete voi, e dove sta la novità? Tutti i seggiolini danno la possibilità di modificarne l’altezza.
I-Sit, però, modifica la sua intera conformazione in base al cambiare delle esigenze del bambino (protezione totale, media o solo seduta).

Inoltre, il design moderno trasforma un elemento per l’infanzia in un pezzo d’arredamento, ben integrabile con il resto della casa.

I Giovedì del Design

novembre 3, 2010

In via Savona proseguono gli appuntamenti con il design.

Questo giovedì (4 novembre) la scena sarà dedicata ai progettisti emergenti… O sarà meglio definirli giovani promesse?

Giulio Iacchetti presenterà Alessandro Costariol, Daily Review e Dunja Weber, che porteranno i loro lavori e la loro esperienza al pubblico della Design Library. Appuntamento da non perdere!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lampada Colour – nuances di luce

novembre 1, 2010

Per ora è solo un prototipo, ma racconta come la luce, con le sue variazioni, sia uno degli ambienti che i designer preferiscono frequentare. La Colour, dal nome semplice e immediatamente evocativo, è un’idea del designer norvegese Andreas Engesvik in collaborazione con Daniel Rybakken.

La lampada è un cerchio da addossare alla parete che diffonde la luce e tramite la sovrapposizione di elementi colorati e traslucidi o trasparenti crea effetti cromatici e luminosi diversi, secondo umore, ambiente, preferenze.

Via designbuzz

Milano Design Weekend

ottobre 14, 2010

Se la Milano Design Week vi ha stufato, perché pensate sia diventata una brillante vetrina di fuffa ma siete disposti a dare un’altra possibilità alla città, allora tirate fuori le scarpe comode e preparatevi ad affrontare ciottoli e chiromanti dell’intrigante Brera.

La vostra occasione si presenta questo finesettimana, dal 14 al 17, con il Milano Design Weekend: quattro giorni che puntano a ridare al design il ruolo perso tra un bicchiere di prosecco e le lunghe code al Camparitivo.

Quattro giorni in cui tutti i negozi di Brera legati ad arte, design, accessori e lifestyle saranno aperti dalle 10 alle 19 (ad eccezione della Notte Bianca del Design in cui chiuderanno alle 24) pronti ad accogliere intenditori e curiosi.

Il tema di quest’anno è “L’arte di Vivere, una nuova intimità”, quindi protagonista sarà la casa in cui l’idea di focolare domestico sarà estesa al nuovo-vecchio concetto di opera d’arte totale.

Ma a differenziare il Weekend dalla madre Week saranno soprattutto le iniziative culturali collaterali; si potrà scegliere il percorso artistico in alcune delle prestigiose gallerie d’arte milanesi, oppure trasformarsi in improbabili Sherlock Holmes per scoprire inediti luoghi della città, o ancora semplicemente approfittare degli sconti sulle collezioni che Skirà ed Electa effettueranno nei loro BookStore.

Insomma, ce n’è per tutti i gusti. E se proprio il design non fa per voi non vi resta che perdervi in Via dei Fiori Oscuri, tra un pizzico di arte e qualche sorso di magia.

Moleskine diventa hi-tech

ottobre 11, 2010

Per chi vuol avere sempre l’accessorio giusto al posto giusto, per chi è sempre al passo con i trend ma non rinuncia al classico, per chi è minimal. Il noto marchio di taccuini si è spinto oltre il cartaceo per abbracciare le “agende multimediali” e sugellare così il patto di sangue con la Apple. E’ possibile prenotarle su Amazon e il prezzo, considerato quella per il Kindle, dovrebbe aggirarsi intorno ai 30 dollari (all’incirca la metà per la cover per smartphone).Una chicca da non perdere.

The Thing _ art-à-porter

maggio 11, 2010

“La Cosa”, è così chiamato il progetto artistico nato a San Francisco dalle menti di Jonn Herschend e Will Rogan, che ha lo scopo di far entrare l’arte nelle case di tutti sotto forma di oggetto d’uso quotidiano. O meglio potremmo dire, farla pervenire ogni tre mesi, rigorosamente impacchettata a mano, nella cassetta delle lettere degli abbonati, allo scopo di dare visibilità a progetti originali ed artisti emergenti.

Il primo “numero” è stato realizzato da Miranda July, artista multimediale, nonchè attrice, regista e sceneggiatrice del pluripremiato “Me you and everyone we know”.
La sua “cosa” è una tenda arrotolabile stampata su entrambi i lati con frasi differenti. Su un lato si legge: “If this shade is down I’m not who you think I am” e sull’altro “If this shade is down I’m begging for your forgiveness on bended knee with tears streaming down my face“.

L’abbonamento annuale a 4 numeri costa 120 dollari. Non male vero?

Per approfondimenti: www.thethingquarterly.com

Durex – campagna sexy

marzo 4, 2010

Sicuramente interessante la nuova campagna lanciata dalla nota marca di preservativi.
Da leggere con attenzione!!

Via | 1designperday

quando la comunicazione arriva proprio a tutti!

marzo 2, 2010

Per sottolineare il fatto che si possono aiutare le persone cieche a “vedere” ciò che sta succedendo intorno, la DDB Hong Kong ha creato un poster-installazione applicato alla fermata dell’autobus per raccontare le storie più rilevanti dell’ultimo decennio.
Il tutto in versione Braille.

Via | Ibelieveinadv

Blow Sofà – il divano di carta gonfiabile

marzo 1, 2010

Il divano Blow Sofa firmato da Malafor, presenta concetti forse non eccezionalmente innovativi, ma sicuramente funzionali, particolari ed eco-friendly.

Adatto per uno stile di vita easy, per chi ha poco spazio e per chi non ami la sensazione della pelle appiccicata al pcv!

Via- bookofjoe